Le memorie Gorani - Pagina 103

racconteranno le storie.

Novembre 1666

Morte del mse. Stampa. Sue incomparabili qualità

Alli 4, verso le 12 della mattina passò a miglior vita il mse. don Gerolamo Stampa cavalliere di Calatrava, questore del magistrato Ordinario, e Consiglier Secreto in età di 50 anni pianto da ogni genere di persona per la bontà, per la beneficenza, per lo valore, che ha sempre mostrato in servitio del Re e del publico. Ha perso con questo cavalliere la Città di Milano un gran Decurione, e l'amore, si può dir della patria. Il Ministero ha perso un ministro consumatissimo in tutti li affari di Stato, e di maniere superiori in maneggiare qualsivoglia grave e difficile negotiatione; l'ordine cavalleresco un cavalliere d'ogni virtù, il paraninfo di quasi tutte le paci private, e gran parte del suo splendore dentro e fuori dello Stato; Gl'amici poi la delitia delle conversationi virtuose e b li signori Governatori di Milano, l'archimandrita per tutte le occorrenze di feste, giostre, comedie, alloggi, funerali ed ogn'altra in cui potesse bisognare un cavalliere di spirito, di garbo, di disinvoltura, di generosità nello spendere e comparire, ed ornato di tutte le buone parti.

Levò il marchese sodetto al Sagro Fonte il mio primo figlio Ignatio, che Dio se lo è tirato in paradiso, et in morte ha mostrato di mio padre quella memoria, che sempre tenne in vita, perchè l'honorò d'un legato di una bacila d'argento con sua brocca dorati di bellissimo lavoro. Il Signor Dio conceda eterna pace ad anima sì grande.

Ottobre

Compagnie di nuova leva marchiano al Finale per imbarcarsi

Verso li 24 di questo mese s'incaminarono alla volta del Finale per ivi imbarcarsi sopra vascelli le compagnie di nuova leva e velleggiare a Spagna per indi portarsi poi ne' Paesi Bassi di Fiandra con li loro capitani co. Vittorio Bolognino, co. Cesare Taverna, co. Alessandro Archinto, mse Camillo Pozzobonelli, Francesco Castiglione, co. Steffano Francesco Castiglione, Diomede Casati, Francesco Somariva,