Le memorie Gorani - Pagina 13

E S.E. quando seppe questa forma di trattamento se ne diede per poco gustato, anzi riprese Varaona perchè in tal modo havesse esposta l'ambasciata. Si scusò Varaona dicendo, che solo questa risolutione havrebbe stimato di poterla prendere quella volta, che il sig. conte lo havesse voluto sentire in piedi.

Giugno 66

b S.E. si dispone al viaggio verso Finale per ricevere la serenisssima signora Imperatrice Margarita. A' 14 parte S.E.

Havendo il sig. don Luigi Ponze governatore ricevuto lettere dal co. di Vaylate cavalliere inviato e Residente per S.M. in Genova, venute da Barcellona con due feluche, nelle quali dal sig. don Vincenzo Gonzaga Vice Re di Cattalogna, e dal sig. duca d'Alburquerque maggiordomo maggiore della serenissima signora Imperatrice era avisato, come l'imbarco di S.M.Cesarea sarebbe seguito alli 15 del corrente; e doppo, sendo all'Ecc. Sua sopravenuti nuovi avisi, che anche a' 13 si sarebbe messa in mare la signora Imperatrice medema, risolvette di partir da Milano la seconda festa di Pasqua di Pentecoste, che fu alli 14 del corrente mese di giugno servito da alcuni de' suoi camerata, che havea invitati per questa occorrenza. Ed al doppo pranzo di detto giorno verso le 22 hore montò in carozza con solo il sig. G. Cancelliere e don Giuseppe di Cordova capitan di cavalli accompagnato dalle due compagnie della guardia, e da' soliti trombetti col seguito di sette carozze da sei. Arivata S.E. in vicinanza della Conca fece dar ordine alle due compagnie che restassero, e così per altra strada tirarono verso Pavia seguendo S.E. Lo stesso fece S.E. con alcuni cavallieri di Milano ch'erano andati servendola con le loro 10 carozze sino alla Conca, tra' quali il principe Trivulzio et il duca d'Alvito, sì che non passorono più avanti.

S.E. fece adaquare la strada di Pavia

E S.E. proseguì il suo viaggio felicissimamente con fresco e senza polve (nonostante,che per l'arsura della staggione in ogn'altra parte ve ne fosse molta quantità) poichè dal co. Teodoro Besozzo giudice delle