Le memorie Gorani - Pagina 128

sbarcato, ed havea al travaso di quelle montagne presa una strada non molto frequentata per isfugire tutti li incontri e compimenti. Don Giuseppe andò ad aspettarlo a Sala ove doveva imbarcarsi S.E. nel Po per trar di longo a Guastalla ed ivi aponto compi. Non venne che con due paggi, due gentil'huomini, tre staffieri, due lettiche ed un cuoco. Andò pure per incontrarlo sino al Finale il Signor Proserpio, che portò nostre lettere ma non ve lo trovò.

Sorpresa d'Armentiers in Fiandra e blocata di Cambray

Con lettere de' 27 di Pariggi venne l'aviso della sorpresa d'Armentier in Fiandra fatta dal Cristianissimo e d'essersi dal suo essercito medemo blocata Cambrai, successi seguiti tutti avanti che tornasse da Madrid la risposta della Regina nostra signora al corriere che spedì colà il Re di Francia con le ultime instanze sopra il Brabante.

b Elettione del card. Rospigliosi in Pontefice chiamato Clemente Nono.

Giugno, li 20 fu eletto dal Sacro Collegio per Sommo Pontefice il card. Rospigliosi, chiamandosi Clemente Nono, con applauso universale ma particolarmente della Corona di Spagna, verso della quale si mostrò questo soggetto ben inclinato e parziale, havendo incominciato a darne segno, sin quando fu Nonzio in Spagna, dove si fece communemente amare e conversò particolarmente con le dame, con tratti di molta affabilità.

S.E. fa sonar le campane della Scala prima del Duomo per allegrezza

All'intender l'avviso della nuova ch'hebbe il sig. don Luigi governatore con corriere spedito dal mse. di Velada ambasciatore in Roma, commandò, che si mandasse a dir al prevosto della Scala, che facesse subito toccar le campane in segno d'allegrezza, come fu eseguito; e la matina seguente il Capitolo della detta collegiata per estrinsecarne il suo particolar giubilo fece cantar una Messa di Spirito Santo pro gratiarum actione con musica, facendo la fonzione l'abbate mio fratello, ed incitò ad assistervi il sig. G.Cancelliere con il sen. Braghieri.

Doppo due giorni il Duomo fa la sua campanata