Le memorie Gorani - Pagina 132

havendo egli havuto prima il biglietto. Ciascheduno de' due terzi fu di dieci compagnie di cento huomini. Il sargente maggiore di Borromeo è Vismara, quello d'Ali lo è Piotti ch'ha sin hora servito in simil qualità nella Piazza di Mortara.

Elettione del questor Fossano per andar a Napoli, che poi non andò

Sul principio di questo mese, havendo S.E. destinato per questo Stato l'assistenza di cento milla scuti, con 40 mila al mese da pagarsi da Napoli, elesse il Maestro di Campo questore Fossano per andar a 99 quella volta a concertare il pagamento delli detti scuti 40 V et a promovere una leva di due milla Napolitani per questo Stato.

S.E. deputa il questor Casnedi a spesare per questo Stato l'abbate Rospigliosi nipote di S.Santità.

Havendo S.E. havuto aviso che il sig. abbate Rospigliosi nipote di S.S. nel portarsi da Francia a Roma voleva toccare questo Stato subito deputò il mse. Casnedi questore del Magistrato Ordinario per andar a spesarlo per conto della Camera, e nello stesso tempo incaricò al co. Fabio Visconti suo Capitan della Guardia che si portasse anticipatamente a Valenza per esser più vicino e pronto ad andarlo ad incontrare e complimentarlo in nome dell'Ecc. Sua mentre doveva venire esso sig. abbate giù per il Po. Si portorono donque il mse. Casnedi per il primo, e poi il co. Fabio verso li 11 del corrente a Valenza e S.E. medema volendo dare tutti i segni possibili al mondo dell'ossequio suo verso del Papa, e della stima verso la persona del nipote che in arivando a Roma sarà subito cardinal patrone, si mosse da Milano il giorno 14 in domenica con intentione di transferirsi a Somo per ivi passare col sig. abbate stesso il suo complimento.

S.E. parte per Pavia con fine di compire con l'abbate Rospigliosi

Partì S.E. in carozza da sei servito da due altre con il Maestro di b Campo generale co. Trotto sentato al pari, il sig. G.Cancelliere ed il sig. don Inigo de Velandia, tutti camerata. A parte andorono poi altri cavallieri servendo S.E. in gran quantità.