Le memorie Gorani - Pagina 160

Sadarino compilatore di essa si riducessero nella Cancelleria Segreta il dì 2 dicembre d'ordine del Presidente del Senato, ed ivi me presente le riformassero.

Co. Galeazzo Trotto è consigliato dal sig. G.Cancelliere a schivare l'arcivescovato.

Alli 26 del sodetto mese di novembre il sig. G.Cancelliere scrisse un biglietto al co. Galeazzo Trotto Maestro di Campo Generale e parente del Cardinale, per esser il co. Antonio suo figlio maritato in una nipote d'esso Cardinale, consigliandolo a non metter piede in arcivescovato. Ed il conte rispose il giorno appresso 27 mostrandosi rasegnato al gusto di S.E. Vedi nella scrivania de' papeli curiosi le copie di questi due biglietti.

Ambasciata del Sottomaestro delle Ceremonie del Duomo a mio padre per parte del Cardinale

Alli 29 venne il Moneta, Sottomaestro delle Ceremonie del Duomo a trovar mio padre nella Cancelleria Segreta alla mattina mentre stava discorrendo al fuoco con alcuni segretari, e tiratolo a parte le disse per parte del Cardinale che le bacciava le mani e lo pregava a penetrare se sarebbe stato ricevuto da S.E. il Vicario Generale nuovo b Gratiani qual haveva preso (com'egli medemo asserì) due giorni avanti il possesso del vicariato generale, perchè intendeva d'essere a compire con la sua obligatione.

Risposta di mio padre

Mio padre, ommesse le risposte che si potevano dare nel caso presente v si ristrinse a che havrebbe mandato il giorno appresso a dire quello le fosse occorso, e con poche parole il licentiò. Alla mattina seguente mio padre stesso diede conto al sig. G.Cancelliere, poi al sig. co. Arese del seguito col Moneta; e questi secondo fu di parere che il sig. G.Cancelliere dovesse darne parte a S.E. Ma non havendo poi voluto farlo per l'incertezza come fosse per ricevere l'Ecc. Sua tal notizia, ordinò a mio padre che ne informasse don