Le memorie Gorani - Pagina 174

Lo stesso giorno al doppo pranso pure andò il nuovo Vicario Generale Buonanome a Palazzo per compire con S.E. conforme all'intelligenza; b ma S.E., per sentirsi alquanto indisposta si scusò per mezzo di don Rodrigo suo Maestro di Camera se non lo riceveva, e le fece dire che tornasse il giorno seguente.

1668 Genaro.

Podestà di Pavia e Cremona per lo biennio de 1668 e 1669

Prima delle feste di Natale S.E. dichiarò per podestà di Pavia il sen. Stampa, e per podestà di Cremona il sen. co. Gambarana, che fece quanto pottè per scusarsi d'andare, ma non gli riuscì, e quasi lo havrebbe conseguito se si fosse trovato esempio di che doppo corso il biglietto, siasi mutata risolutione e mandato altro sogetto.

Giudici d'ambe le sodette curie

Hebbe il sen. Stampa per giudice il dottor Gallia che tiene da S.M. la fiscalia di Novara, e per vicario il dottor Oppizzone di Pavia.

Il co. Gambarana condusse per giudice il dottor Corneo, e per non pregiudicarsi con esser uscito di ruota diede memoriale a S.E., sul quale dichiarò che ne più ne meno nelle provisioni de' biennij futturi si sarebbe havuto la medema attentione di prima alla sua persona

Elettione de' biennali

Verso li 10 poi di questo mese, S.E. fece l'elettione di tutti li altri uffici biennali

128 Elettione del nuntio di Spagna

Alli 13 S.E. in publica udienza diede la nuova dell'elettione fatta da Sua Santità del nuntio di Spagna in persona del mons. Patriarca