Le memorie Gorani - Pagina 176

i primogeniti della Casa d'Austria erano morti prima d'arivare a regnare

Gennaio

Morte del mse. di Caracena

Alli 7 morse in Madrid di postema ne' polmoni il mse. di Caracena Generale dell'armi contro Portogallo, che fu già Governatore di Milano, e l'aviso della sua morte si seppe alli 3 di febraro con le lettere per la via di Lione.

Arivo a Genova della principessa Trivulzia figlia del duca di Medina las Torres.

Alli 2 di febraro arivò a Genova la figlia del duca di Medina las Torres sposa del principe don Antonio Trivultio con don Beltrame de Guevara suo fratello, servita dalle galere di don Pagano Boria; et alli 4 partì da Milano il detto principe col duca d'Alvito et altri suoi parenti verso quella volta, supplendo con la diligenza del viaggio il mancamento di non essersi trovato al disimbarco, che fu ben notato assai. Ritorna da Spagna in Italia don Luigi Poderico. Venne pure con queste galere don Luigi Poderico da Spagna dove ha servito di Maestro di Campo Generale, e si portò subito a Pavia, dove il 129 sig. don Luigi governatore inviò subito don Giovanni de Silva suo gentil'huomo a dargli la ben venuta.

Si transferisce a Milano don Luigi Poderico. Si vede col sig. don Luigi governatore e poi parte per Padova

Alli 11 febraro da Pavia si transferì a Milano lo stesso sig. don Luigi Poderico, servito dal tenente generale Biaggio Gianini, da don Titto Urinetti et dal tenente generale Benedetto Giovine. Andò a smontare subito a Palazzo (ch'hora è la casa Durina) però entrò per la di Ceva e stette con S.E. il sig. don Luigi Ponze alcune hore discorrendo in segreto. E per quanto procurasse l'Ecc. Sua di tenerlo seco a pranso, mai potè indurlo, non suolendo egli mangiare alla mattina.