Le memorie Gorani - Pagina 209

bene tuttavia sino a questo giorno non è seguito l'effetto dell'acclarazione che, succedendo, si notarà più d'abasso.

Alli 14 mandò il sig. card. Litta da me il sig. Giovanni Battista Pallavicino suo caudatario a mostrarmi il perentorio che dal Senato era stato intimato alli procuratori nella causa della Rivera d'Orta, firmato dal sen. Loaysa commendatario della causa et dal secretario Maggio sotto li 6 del corrente, affinchè io vedessi che quello gli disse S.Em. il giorno tre del corrente, d'haverle il vescovo di Novara scritto che contro l'intenzioni date di non voler innovare nel b governo di S.E. si era trasmesso il sodetto perentorio; a che risposi che dalla data d'esso si cavava l'autenticazione di quanto dissi al sig. Cardinale detto giorno tre, ch'all'hora non poteva esser intimato. E ciò io l'assicurai sopra quello mi disse il sig. presidente del Senato che, o non era intimato assolutamente o, se pure era stato intimato, l'haveva fatto da sè il senatore senza participazione del Senato. Con tal perentorio alla mano andai il medemo giorno dal sig. co. Arese, ed havendogli dimandato se v'era pericolo che sotto di quello si fosse venuto alla spedizione della causa, mi rispose che no. Ed io diedi poi parte subito a S.E. il giorno seguente alla sera, dalla quale non ricavai altro se non che, dando la risposta io al sig. Cardinale, le dicessi che continovava nella medema attenzione di far ogni possibile perchè dal Senato non si passasse alla diffinitiva sino all'arrivo di nuovi ordini di S.M.

D'avantaggio mi disse il sig. Presidente che non era da stupirsi si fosse mandato detto perentorio, perchè non si poteva far meno quando un fiscale seleuta (zelante? solerte?) (canc.:ed instante) come il sen. Fajardo anche ultimamente haveva rinovato l'istanza per la 153 spedizione della medesima causa.

***

Alli 20 a hore 17 arivò in questa città il contestabile Colonna per le poste con madama sua moglie e la msa. Palleotti della casa di Varvich senza il marito facendo da Roma qua un precipitoso viaggio.