Le memorie Gorani - Pagina 213

che le fecero i suoi d'haver li birri bassati i schioppi contro le persone loro ancor che il marchese medemo non lo mostrasse che molto coperto, volle sentire subito il parere del sig. G.Cancelliere e del sig. co. presidente Arese per vedere che cosa si poteva fare per render sodisfatto il mse. Villa. E la risolutione che si prese si metterà più d'abbasso.

***

Adì 27. Entrò in Milano la sera; passate le 24 hore, il sig. card. Visconti venendo di Spagna ove ha esercitato sin hora quella nunziatura ed ha havuto il capello da papa Alessandro settimo. Fece il viaggio per Francia sino a Nizza di Provenza dove s'imbarcò e se ne venne a Genova capitando nel ponto che stavano per imbarcarsi le signore donna Menzia e co.sa di Villaverde quali visitò prima della partenza. Dichiarossi precedentemente S. Eminenza, per mezzo del co. Fabbio suo nipote che andò a Gienova a riceverlo, di non voler alcuna publica dimostrazione di ricevimento solito pratticarsi 156 ai cardinali che passano per questo Stato in forma che non sia da incognito. E però il sig. mse. Governatore altro non fece che la spontanea finezza suggerita dal sig. co. Presidente d'andar con due carozze a sei fuori di porta Ticinese senza guardia a riceverlo mostrando d'andar a prender aria, havendo lo stesso sig. co. Presidente nello stesso tempo dat'intenzione all'Ecc. Sua che il sig. Cardinale, quando venisse ricevuto nella sua carozza, si sarebbe subito portato a Palazzo a visitare la sig. msa. Governatrice.

Incontrato donque verso la Conca di Pavia da S.E. il sig. Cardinale, lo ricevette nella sua carozza e lo condusse a Palazzo accompagnandolo sino al quarto della signora Marchesa sodetta. Ed ivi lasciatolo, finita ch'hebbe la visita, se ne andò a casa sua in propria carozza senza più vedersi per quella sera con S.E.

Andò pure ad incontrare S.Em. il sig. co. Pirro con due altre carozze a sei et il sig. presidente Arese, tutti prima di S.E. Ed havendo questi compìto, se ne ritornò a Milano avanti che l'Ecc. Sua arivasse il detto sig. Cardinale.