Le memorie Gorani - Pagina 300

e figlioli per visitare il sig. duca d'Ossuna governatore e la signora duchessa, in carozza da sei cavalli. Smontò a casa sua et aspettata l'hora in cui poteva esser ricevuto, montò nella prima carozza che a caso trovò al sortir della porta, e col seguito di molte altre piene di cavalieri che erano stati a riverirlo, si transferì a Pallazzo Separatamente dalla marchesa la quale v'andò in siglia servita da due carozze a sei nelle quali v'erano le due figlie di S.E. e le sue solite dame. Il marchese fu ricevuto dal duca otto passi fuori dalla porta della prima anticamera cioè a dire nella sala de' festini. Finita la visita passò esso sig. marchese al quarto della duchessa per la parte di dentro, di che uscì ad avisarne li cavalieri dell'anticamera il Maestro di Camera di S.E. perchè, bassando le scale andassero all'altra anticamera d'essa signora duchessa. E spedito che si fu il marchese da questa seconda visita, sortì S.E. ad accompagnarlo sino al principio della scala principale che comunica al quarto della duchessa ed ivi lo lasciò partendo amendue nello stesso tempo. La marchesa d'indi a poco si licentiò anch'essa partendo nella medema maniera ch'andò.

***

Il giorno appresso ritornò il marchese a Milano, e come che in sua casa, per esser tutta sguarnita, non haveva commodità di poter ricevere visite, il sig. duca d'Ossuna, doppo haver fatta la mostra andando a casa sua ancorche sapesse di non trovarlo, si portò al monastero di S.Paolo dove s'era fermato detto marchese a veder le sue filiole ed ivi fece il suo compimento.

***

Alli 4 poi del detto mese partì il sig. marchese con tutta la sua Corte per Vaprio, dove fece alto sino alli 11, e poi prosseguì b il suo viaggio servito da molti cavalieri sino al confine verso Palazolo.

Detto giorno 11 partorì la signora duchessa d'Ossuna una femina per lo nascimento della quale non si fece dimostratione alcuna d'alegrezza, anzi, perchè creato di Corte s'era posto maniche di giallo, S.E. gliele fece levare non stimando che convenisse tale apparenza.