Le memorie Gorani - Pagina 301

***

Alli 17, con il corriero ordinario di Spagna, andò la consulta a S. M. intorno alle pretensioni del Capitano della Caccia per Consiglio d'Italia, la quale commandò S.E. a me di dover minutare, ed hebbe la total approvazione del sig. co. presidente Arese, e fu veduta da quasi tutti li segretarij miei collega

***

Alli 21 detto, in giorno di domenica, si celebrò la funzione del battesimo della figlia nata a S.E. nel Duomo con le ceremonie, solennità e grandezze alla reale, che minutamente descrisse il Memante di Milano nella gazzetta che uscì quella settimana; alla quale rimetto la curiosità di chi in altra simile occorrenza gustarci di vedere quello si sij pratticato in questo caso, poichè ella descrive ciò che mira all'ordine e disposizione del ceremoniale tutto con verità ancorche con soverchia e forsi non molto propria affettazione, non convenendo aggiuttar tanto con l'esageratione dello stile i successi che da sè sono grandi e sono passati all'esame della pubblica censura. Per maggiore si nota solamente che da principio e sino alla sera del giorno avanti si stette in non volere nominare madrina, e poi sortì la rissoluzione che a far questa figura era stata elletta la signora principessa Trivulza figlia della signora contessa d'Ognate e duchessa di Medina las Torres, la quale non hebbe occasione di far invitto di dame poi che già queste erano state invittate a nome della signora duchessa d'Ossuna. Padrino che levò al sacro fonte la filliola fu il sig. co. di Montalbano, genero del sig. duca Governatore, e li cavalieri non furono altrimenti invittati da esso conte ma bensì da S.E. medesima per mezzo di don Francesco Cigogna maestro di ceremonie; il quale fu osservato da molti che disse: pero miren que esto es aviso y no convito.

21 Si riparò in che le dame con la madrina fossero le prime a portarsi da Palazzo traversando tutto il quarto del duca al Duomo, e che il conte padrino non vi si trovasse a riceverle e servirle, ma solo partisse quando si levò la bambina dalla cameriera maggiore