Le memorie Gorani - Pagina 305

delle sodette piazze rissultava in lire 314.10.6 al giorno che ascendono all'anno alla somma de 114'801.12.6 , conte che in realtà non poteva sussistere

Formò anche una compagnia spagnuola de rami ad uno de' figlioli del b Fiscale Fazardo che fu stimato gransalto poichè in tempo di guerra viva non hebbe animo di prendersi tale arbitrio il sig. co. di Fonsaldagna sendo Governatore di Milano

***

Alli 29 del corrente, per la via di Torino e di Novara arrivò ad Abbiategrasso in barchetto sopra del naviglio il nuovo sig. G.Cancelliere don Rafaele Vilosa con la signora donna Isabella sua moglie, 3 donne, 4 paggi, tre gentilhuomini compreso il segretario, due staffieri et il padre Bru della Compagnia di Giesù suo confessore. Tardò sino alle 3 hore di notte ad arrivare al detto luogo d'Abbiategrasso ed ivi riceverlo non si trovarono altre persone di conto che il sen. Caxa, il questor Guidoboni, don Carlo Suarez et io de' segretarij solo ed il capitano don Tullio Legnani che fu quello che olloggiò Sua Signoria Ill.ma in casa sua.

La mattina seguente delli 30 andorono poi a riverire detto sig. G. Cancelliere il co. Ercole Visconti comissario generale dell'essercito ch'è stato quello ch'ha havuto l'incombenza di disponergli la casa qui in Milano, poscia li figliuoli del co. di Vaylate e qualch'altro, che tutti arrivorono sino ad Abbiate grasso. Io me ne venni la stessa mattina a Milano havendomi la sera dell'aviso (sic!) Sua Signoria Ill.ma consegnato il suo privileggio per che le dessi il giuramento

Lo stesso giorno, doppo haver pransato, il sig. G. Cancelliere si pose in barchetto col sig. co. Ercole e se ne venne a Milano

Uscirono al doppo pranso per incontrarlo in carozza a sei il prencipe Trivulcio che passò poco più oltre di S. Christoforo. Il sig. co. Aresi presidente del Senato con alcuni suoi camerata uscì pure anch'egli et andò a far alto nella casa ove stanno li datiari della Cattena per esser giornata piovosa, ed ivi pure si trovorono gli altri secretarij di Cancelleria Secreta.