Le memorie Gorani - Pagina 312

Aresi et primo Assistente il sig. don Fernando Baldes generale dell'artiglieria

Havendo S.E. sopra la nomina della Città di Milano eletti per luogo tenente del Vicario di Provisione il dottore Gerolamo Litta et in giudici delle strade il mse. Arcimboldo et delle vittovaglie il co. Giovanni Rabbia, subito il Segretario di Guerra don Balthasar Bazan mandò li biglietti firmati di sua mano per uno de' suoi rodrigoni a tutti li sodetti tre eletti et anco alli dieci, compreso il fisico che S.E. cavò fuori dalli nominati per le porte, et poi scrisse un altro biglietto al sig. G.Cancelliere dandogli la notizia de' sogetti eletti senza mandargli la nomina originale della Città conforme al solito, dicendogli che già haveva avisati tutti con suo biglietto perchè acudissero alla Cancellarla Segreta a prendere il loro dispacchio. S'alterò così fieramente il sig. G.Cancelliere di questa novità, che subito rispose a don Balthasar che, mentre erano corsi i biglietti per Segretaria di Guerra, potevano correre anco le patenti; al che repplicò Bazan dicendo d'haver trovati esempi registrati nella sua Segretaria che in tempo di don Luigi Ponze, don Pietro Orozco segretario et don Michele d'Iturietta in quello del co. di Fuensaldagna, i biglietti erano andati firmati da detti segretari. Stette un pezzo fisso il sig. G.Cancelliere in non volere che per Cancellaria Segreta si dessero tali spacchi, ma poi, visto che nè il Cancelliere della mezz'annata voleva admettere il biglietto 26 di Bazan e che la cosa si riduceva a scandalo, determinò che si dessero, ma non hebbe poi il segretario Serponti per le di cui mani, come decano, passarono questi spacchi, tanta attentione di lasciar correre ne più ne meno il suo biglietto mentre gli stessi eletti glielo ricercavano poi che così si sarebbe purgato il pregiudicio della Cancellaria.

1671 Genaro

Il giorno di Pasqua dell'Epifania, S.E. fece fare in Palazzo una festa