Le memorie Gorani - Pagina 320

danaro, andasse dal p. Mendo, da don Sebastian d'Ucedo e da Bermudo (che è thesoriere del Consiglio di S.E.) che gli sarebbe stato restituito. Per metter in chiaro chi fossero stati gl'autori di questa pasquinata e per impedire che non se ne spargessero altre, voleva S.E. b che se ne formasse processo, ma ne fu dissuaso dal sig. co. presidente Arese a titolo che era un maggiormente stuzzicare il mal talento delli autori medesimi e d'altri ancora; e solo si dispese che alternatamente un notaro di ciascuno delli offitij, due hore avanti il giorno, cominciasse a girare i luoghi più frequentati della città a fine di levare tali cartelli se si fossero novamente affissi, ed osservare se pottevano scoprire alcuno de' malfattori

***

Alli 8 del detto mese d'aprile la Congregazione dello Stato presentò a S.E. la lettera reale in cui S.M. ordinava a S.E. che dovesse subito rifformare le dieci compagnie di cavalli formate de rami al numero di 40 soldati per ciascuna, et alli 10 dello stesso mese S.E. mandò li ordini alli offitij del soldo per che si puntassero le dette compagnie senza dichiararle per all'hora rifformate

***

Alli 13 partì da Milano alla volta di Spagna don Gioanni de Sottomayor camariero maggiore di S.E., spedito alla Corte per far dimostranze a S.M. intorno a i motivi del Reale Servizio che l'haveano indotto a formare le dette dieci compagnie e far constare che, havendo nel medesimo tempo abbassate 300 piazze nella Cavalleria, veniva il paese, per conto aritmetico e dimostrazioni mathematiche,a restare più tosto alleggerito che aggravato, cosa che lo Stato mai admise perchè hebbe sempre per molto maggiore inconveniente l'accrescere una compagnia de rami che qualsivoglia numero de soldati; tanto più che sempre dubitò potesse poco a poco S.E. far riassentare le piazze borrate ed anco accrescerne se gli fosse paruto

***

Alli 28 del detto mese S.E. diede finalmente l'ordine perchè si aggregassero li soldati delle 10 compagnie nuove che, con questo, vennero a dichiararsi rifformate

***

30 Alli 30 il sig. G.Cancelliere don Raphaele de Vilosa cominciò ad entrare