Le memorie Gorani - Pagina 32

del detto sig. marchese e ch'ha habitato nella Stato per 10 anni, era venuto che le potesse concedere il placet con cui prendesse il possesso della prevostura di Cortellona

S.E. manda a Spagna la relatione de 4 mandatarii estratti di galera e poi giustiziati

Alli 11 detto, con feluca maiordina d'alcuni particolari di Genova 24 qual passava a Barcellona S.E. mandò le lettere sue alla corte di Madrid; e con queste andò la relatione in italiano delli quatro mandatarij estratti di galera ed appiccati l'uno in Pavia e l'altri in Milano. Fu però un poco tarda la spedizione, perchè già per parte del Papa un mese prima, è stato dato conto a S.M. del negotio.

Questa relatione volle S.E. ch'io la compilassi portando in italiano la latina del Senato, e cavando dalla spagnola formata dal sig. G. Cancelliere tutto ciò de' momenti essentiali del fatto che conteneva di più.

Comparsa delle galere di Malta in vista del Finale

Alli 14 comparsero a vista della spiaggia del Finale sette galere di Malta, quali da Malta medema se ne passavano a Derica per servire la signora Imperatrice. Diedero fondo in Varigotti, porto disfatto dall'invidia de' Genovesi in vicinanza della Marina del Finale, e di lì il Generale delle galere medeme, il Balli del Bene francese Gran Croce di gratia mandò subito un cavallier spagnolo a compire col sig. don Luigi Ponçe Governatore, che si trovava alloggiato nella detta Marina, e b (canc.:con) smontarono pure cinque altri cavalierotti milanesi che vennero a far riverenza all'Ecc. Sua et a visitar gl'amici

S.E. scrisse al detto Generale trattandolo d'Illustrissimo.

Il dì 16 S.E. lo fece invitar a pranzo ma non vi venne

Relatione del saluto delle galere di Malta fatto alla piazza del Finale, et a S.E.

Il giorno appresso non si mossero le galere dal porto per esser tuttavia turbato il mare. L'altro poi seguente, visto che l'hebbero assai abbuonacciato, destinarono di sortire in proseguimento del loro viaggio