Le memorie Gorani - Pagina 53

ne parlassi al sig. don Luigi perchè fosse l'intercessore presso il duca a riportarla per tutti li ambasciatori, come poi seguì.

Seguita Pavia

Doppo Milano seguitò Pavia per cui parlò il co. Belcredi vestito con spada e cappa, ed invece del colare con goliglia ancorche fosse dottore; parlò brevemente e bene, fece la stessa ceremonia di Milano.

Cremona

Seguitò Cremona e per essa parlò il mse. Maestro di Campo Daniele Ali con franchezza e modo da soldato che piaque sommamente.

Como

Poi Como per cui parlò Giovanni Plinio Odescalco.

Lodi

Poi Lodi per cui parlò il dottore Delemene vestito con toga longa soda e politamente.

Novara

Poi Novara per cui parlò il dottor Cattaneo, con toga per esser oratore della sua Città in Milano.

Tortona

Poi Tortona per cui parlò il dottor Calvino con goliglia e senza toga, solo con la cappa, ma senza spada. Questo ambasciatore con li altri suoi collega comparve sì mal in arnese, che a forza di rossore b furono costretti tutti mutarsi d'habito e comparire in altra forma.

Alessandria

Poi Alessandria per cui parlò l'oratore con toga il dottor Carlo Maria Stordiglione.

Vigevano

L'ultima fu Vigevano per cui parlò il co. Pietra. E tutti con le medeme riverenze e bacciamano di Milano.

Lo stesso giorno hebbe udienza il sig. Principe Matthias.

Era quello stesso doppo pranzo stato destinato per l'udienza del sig.