Le memorie Gorani - Pagina 7

Aprile 1666

Spedisse la signora Arciduchessa a S.E. dimandando aggiutto e consiglio.

Ma poco tardorono le lettere della signora Arciduchessa duchessa di Mantova e del mse. Canossa (primo ministro di Mantova) a dar parte del successo et a dimandare consiglio, direttione ed aggiutto.

S.E. offerisce al card. d'Este la sua mediatione. E l'accetta. b S.E. scrisse subito al sig. Principe card. d'Este offerendo la mediatione sua la quale venne accettata e gradita, E con tali premesse risolvette S.E. di spedire alla Corte di Modena il co. Vittaliano Borromeo Cavalliere di gran sapere nelli affari politici, ed alla Corte di Mantova il mse. Carlo Lunati in cui, oltre le buone parti d'esser cavalliere manieroso e prattico del trattare nelle Corti, concorreva il rispetto d'esser egli in quella d'Inspruch stato attual servitore dell'Arciduchessa, onde per questo si pensò dovesse essere ben ricevuto.

Maggio

Partenza da Milano de' cavallieri missionarij per l'aggiustamento.

Partirono con le loro instruttioni unitamente da questa città il conte ed il marchese alli 3 di maggio, et in Casal Maggiore si divisero. Il direttore del negotiato doveva essere il Conte come più versato e più intrinsecamente marcito in questo affare. E così a lui toccò il far 1'instruttione al marchese.

Il primo passo del negotiato fu la tregua che fu accordata sino alli 16 del corrente, ed essequita nello stesso tempo. Il resto lo vedrai dalla relatione.

Aviso della partenza da Madrid della signora Imperatrice

Alli 15 arivò il corriere di Spagna con l'aviso che la signora Imperatrice era partita di Madrid alli 28 del passato, e subito S.E. cominciò a far dar fretta alle preventioni in buona parte incaminate.

Questa signora Imperatrice è figlia di Filippo 4° e di Marianna d'Austria, chiamata Margarita d'anni 14 non compiti, e passa ad esser