Le memorie Gorani - Pagina 71

delle dame, che tirorono in città a drittura, et fatta la fontione del bacciar la Croce il clero con Monsignore sfilassero i primi dentro della città e si portassero al Domo per altra strada differente da quella, che S.M. havea da fare, sendo ciò più ragionevole e decente non solo per l'esempio di quello si è pratticato in simili occorrenze, quanto per rispetto della dignità ecclesiastica, alla quale non conviene, che un vescovo mitrato con la Croce avanti preceda processionalmente una Imperatrice che viene sedendo in siglia che alla 53 fine è laica. Anzi si deve notare, e fu questa ragione toccata alli ecclesiastici dal sig. G.Cancelliere, che le persone reali della Casa d'Austria hanno sempre fatto stilare, di lasciar, che il vescovo con il clero si porti alla chiesa per altra strada quando esse vanno in siglia, parendo loro, che altrimente sarebbe grande indecenza.

Giunge ad Alessandria la signora Imperatrice.

Arivata la signora Imperatrice in lettica con la Camariera maggiore, smontò e si retirò nella stanza, ivi fermandosi per un pòpò di tempo. Fra tanto fu portato il baldacchino e la frigida che stavano apparecchiati in poca distanza; e poscia sortì dalla stanza la signora Imperatrice e si pose ginochione sopra del suo sitiale facendo breve oratione. Mons. Vescovo se gli acostò e la inchinò, dandogli immediatamente a bacciar la Croce; doppo di che tornò a fare un altro inchino, et il vescovo col clero senz'induggio si ritirò sfilando dentro la porta ed incaminandosi al Duomo per aliam viam. S.M. levò subito in piedi et la signora Camariera maggiore si mise all'istante in siglia portandosi all'avantaggio verso il Duomo per attendere colà la signora Imperatrice.

b Entra solennemente in città

La signora Imperatrice montò in siglia aperta dalle bande, et a mezzo il coperto di sopra, e servita dal sig. duca d'Alburcherche, dal sig. don Luigi governatore e mse. Spinola generale della cavalleria come Grande di Spagna avanti la siglia immediatamente, stando nel mezzo il duca, a canto destro il Governatore et al sinistra il marchese s'incaminò l'entrata. Il baldachino era di tela d'argento bianca con suoi