Le memorie Gorani - Pagina 79

b perchè la mostrasse alla Città, in cui diceva S. E. che le pareva cosa molto ridicola, che la Città si mettesse in questa pretensione alla presenza del Governatore nelle di cui mani sta tutto il politico, e tutto il militare, e che però intendeva di far la ceremonia l'Ecc. Sua come già era seguito in Alessandria.

Pretensioni di Pavia di che il Podestà non intervenisse nell'entrata, e di presentar ella le chiavi

Il dottor Alemani participò tutto alla Provisione, e questa venne in parere di formar una risposta per iscritto in cui concludeva, che nell'una e nell'altra cosa dell'intervento del Podestà, e del presentar le chiavi non poteva consentire a che non s'osservasse il solito.

Portò questa risposta il dottor Alemani al sig. G.Cancelliere, il il quale s'alterò vedendo che non potendo tardar che hore la signora Imperatrice ad arivare, e non havendo Sua Signoria Ill.ma arbitrio d'apartarsi dalla jussione di S.E. volesse la Città andar in eccettioni, e turbare con queste l'ordine delle cose doppo haver scritto all'Ecc. Sua che tutto rimaneva ben disposto. Vedendo donque il sig. G.Cancelliere, che non v'era più tempo da perdere mi comandò, stando Sua Signoria Ill.ma nel luogo del padiglione fuori della porta, che dovessi portarmi al luogo della Provisione, e quando la Città non si risolvesse di andar a fare la fontione del ricevimento l'obligassi con un decreto in cui vi fosse la pena di 500 a ciascun 60 contrafaciente de' deputati di Provisione, ed anche delli aggionti. In essecutione di quest'ordine fui a trovare il co. Belcredi come Abbate Seniore, e le posi in consideratiohe il pericolo a che s'esponeva la Città se non ubbidiva alla jussione, sopra di che havendomi risposto, ch'ha vrebbero fatta provisione, si giontorono e risolvettero di mandar all'incontro da S.E. due cavallieri per veder di ricavare dall'Ecc. Sua la permissione di far che in (canc.:ogni cosa) matteria delle chiavi s'osservasse il solito. E questa missione la concertarono così secreta, che nè a me pure la propalarono anzi per meglio coprirla mi fecero rispondere dal co. Belcredi che la Provisione havea