Le memorie Gorani - Pagina 90

di Ponar per la porta della scala minore insieme con tutti li camerata, ch'empirono quasi la stanza.

Il conte parlò brevemente, e poi messo un ginochio a terra, bacciò la mano a S.M. Indi presentò ad uno ad uno li suoi camerata, che pure s'accostorono e tutti bacciarono la mano.

All'uscire fu accompagnato dal mse. di Ponar sino alla porta della stanza della bussola, distinzione non usata alli Inviati d'altri principi, che furono accompagnati solamente sino alla bussola.

Altri divertimenti dati a S.M.Cesarea.

Li divertimenti che il sig. don Luigi diede alla signora Imperatrice furono diversi e nobilissimi, favoriti però da buona sorte, senza la quale i spettacoli publici non hanno applauso.

69 Il primo divertimento consistette in visite de' Monasteri di monache de' più insigni di Milano.

Visita della Guastalla

Fu S.M. primieramente a veder la Guastalla dove entrarono cavallieri e dame ed hebbe una lautissima merenda. Poi visitò S.Paolo dove pure entrarono huomini con molta confusione e così procedette dall'haver dati li ordini per la porta il sig. duca d'Alburcherche, che come non prattico dell'uso di Milano non acertò. Nelli altri monasteri non seguì tal inconveniente, perchè il sig. don Luigi governatore vi si trovò in personale, stette alla porta de' monasteri medemi, nè alcuno s'arischiò di far violenza ed usar arti per pericolo d'esser conosciuto e mortificato da S.E.

Visita altri monasteri

Li altri monasteri che visitò S.M. furono il Maggiore, S.Marta, dove si recitò una comedia disposta dalla signora Msa. donna Giacoma Gonzaga moglie del sig. G.Cancelliere Zapata, S.Redegonda, Santa Margarita, l'Annontiata e S.Agostino a Porta Nuova.

Comedie

Tutti li giorni havea comedia spagnola o nel suo appartamento, o nel