Le memorie Gorani - Pagina 91

teatro ed in questi tal volta sentiva le italiane buffone.

b Si recitò poi l'Annibale drama in musica, sendosi fatta raccolta delle migliori voci d'Italia.

Sparata reale del Castello

Un altro giorno si portò S.M. in casa del co. Bartolomeo Arese presidente del Senato a veder la sparata del Castello, e questa fu veramente rara ricreatione, perchè hebbe regali abbondantissimi e godette la vista d'una casa ben messa, e d'un giardino ammenissimo.

Va S.M. a vederla a casa del sig. co. Presidente Arese

Il Presidente havea fatto addobbare tutte le stanze della casa superbissimamente con tappezzarie, ed altri mobili ricchi al maggior segno. Poi verso quelle che risguardano il giardino, e dominano la piazza del Castello fece aggiustare una tribuna posticcia tutta messa a oro e pitture al di dentro, aurata all'intorno da cristalli a foggia di vitriate dove S.M. havea da stare a veder la salva reale. Tappezzò con due ordini di tappezzaria di Fiandra uno sopra l'altro tutto il tratto per di fuori della Casa con li ritratti in piede di tutti i personaggi austriaci più celebri, e fece scorrere una fontana di vino che durò tutto il doppo pranso. Entrò S.M. in carozza a sei in casa e subito fu serrata la porta nè si lasciò entrar alcuno et ad essa stette un pezzo di guardia il mse. di Fonar. Al smontar di carozza di S.M. si trovò la signora co.sa Arese, le due sue figlie co.sa donna Giulia e co.sa donna Margarita, la msa. Stampa, la co.sa Hippolita Visconte ed alcune altre poche dame del parentado, che 70 s'inginochiarono a bacciar la mano alla Maestà Sua. Poi ella tirò al giardino, girandolo a piede tutto attorno, e godendo de' giuochi d'aqua che per ogni parte scherzavano. Data la passeggiata al giardino, montò le scale e si portò al quarto destinato per veder la sparata. Ivi disposte che furono tutte le sue dame ed altre signore della camera nella loggia a tal effetto apparecchiata coperta di damaschi cremesini, comparve la merenda consistente in 15 salvette dorate per S.M. Cesarea portate da cavallieri, et in 80 bacile per regalar le dame e